Leggenda #11 – Facciamo un doppio impianto, per sicurezza!

Vuoi farmi credere che in tasca oltre al tuo smartphone hai anche un Nokia 3310?

Sulla tua scrivania oltre al PC hai anche una macchina da scrivere?

In cantina hai un vecchio televisore CRT da 22″ nel caso il tuo TV OLED 4K ti pianti in asso proprio durante la finale di Champions League?

Davvero? Se sei così dubbioso sulla tecnologia… perché ti stai interessando alla domotica?

L’ultimo dei miei pensieri è che tu viva in un incubo e se hai davvero timore della tecnologia, sono io il primo a consigliarti di NON FARE un impianto domotico!

La domotica servirebbe per facilitare la gestione degli impianti ed aumentare la comodità, il comfort ed il benessere in casa.

Se per te è uno stress o ti porta attacchi di panico, allora direi di lasciare stare, non pensi? Non devi fare l’impianto domotico per fare contento me. Se sei convinto bene, altrimenti no, non si fa!

Fare un doppio impianto, a parte il dissanguamento economico, non è affatto facile! 

Realizzare delle funzioni che fa si possono fare semplicemente con la domotica, non è mica una cosa da ridere farle con un impianto tradizionale. Onestamente non so neanche se sarei in grado, e molto probabilmente nessun altro.

Non si possono far fare delle cose a qualcosa che non è stata pensata per poterle fare. E’ come dare una bicicletta ad un bambino di 10 anni pensando che possa vincere il Tour de France o come pretendere che l’Inter vinca il campionato. E’ impossibile!!

No dai, a parte gli scherzi… come ho già detto la domotica è un “optional” che serve a rendere più confortevole l’abitazione ai suoi proprietari. Soprattutto nei casi in cui ci sono più impianti integrati e che interagiscono uno con l’altro, anche autonomamente come in una Smart Home. Se non sei alla ricerca di una soluzione di questo tipo allora la domotica non fa per te!

Forse però tu stai pensando il contrario. Ovvero di fare una cosa molto semplice, come solo uno spegnimento generale dell’illuminazione o un apri/chiudi tutte le tapparelle. Ho indovinato?

Mah…allora è vero?? Quando parlo con dei Committenti c’è qualcuno che tira fuori questa storia…e tu sei uno di questi!! La cosa brutta è che purtroppo l’ho vista di persona!

O meglio, non un doppio impianto, ma un impianto “tradizionale” predisposto per essere implementato con la “domotica”. Praticamente è una cosa che non sa ne di carne e di pesce, quindi per fare decentemente (non bene) una cosa dovresti almeno smontarne metà di quello che era stato fatto. Una truffa in piena regola direi, venduta bene da un installatore classico che si è fatto pagare a peso d’oro tutte le predisposizioni e le apparecchiature aggiunte inutilmente.

C’è anche il rovescio della medaglia

Proprio l’altro giorno un altro caso… ad impianti già fatti, mi chiama un elettricista che “vuole mettere” la domotica a casa di un suo Committente. Sono andato a fare un sopralluogo e…

Ma hai già fatto tutti gli impianti e passato tutti i cavi… perchè ti sei svegliato adesso? Non potevi pensarci prima?

Siccome il Committente insiste nel voler la domotica, adesso vanno sfilati tutti i cavi delle pulsantiere, sistemati altri, modificati quelli per i dimmer, l”antifurto non passa più da li, la musica anche, ecc…

Piuttosto che pensare una cosa simile o addirittura realizzare un impianto per essere poi convertirlo, affidati a dei seri professionisti. Ci sarà qualcuno vicino a casa tua che fa le cose come si deve no?

Dai dai su…questa è proprio grave eh!!

Alla prossima

Fabio

FabioLeggenda #11 – Facciamo un doppio impianto, per sicurezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *