Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

Sempre più spesso si sente parlare di Domotica, Smart Home, IoT e cose simili. Il fascino della tecnologia sta diventando sempre più contagioso tanto da attirare molte persone senza scrupoli per ricavarne un facile guadagno sulle spalle degli altri.

Oltre a video ed immagini discutibilmente simpatiche, i social network sono la fonte primaria di notizie farlocche. Molte sono alimentate da cialtroni ma purtroppo ci sono anche molti “presunti professionisti” che divulgano notizie false solo per pubblicizzare il loro “lavoro”. In questo modo possono “catturare” persone innocenti.

Secondo te, lo fanno solo per una questione economica oppure perchè sono proprio dei pecoroni?

Molte aziende, commerciali e non, e gruppi di persone che hanno passioni o interessi comuni, si riuniscono in associazioni con lo scopo di attirare persone. Ovviamente la quota di iscrizione è a pagamento. Partecipando a serate enogastronomiche, vengono anche rilasciati certificati, attestati o “diplomi” che dovrebbero dimostrare la loro competenza in qualche cosa. Il marketing da questo punto di vista è micidiale.

E’ come organizzare una partita di calcetto (o di tennis) con gli amici ma solo per passare la seconda parte della serata al tavolo di un bar a chiacchierare e bere birra.

L’ambiente potrebbe essere interessante e la situazione piacevole, tanto che con il passare del tempo la voce circola. Cominciano a far parte del gruppo anche gli amici degli amici ed altri conoscenti creando un gruppo sempre più ampio, tanto da aumentare il numero di campi affittati ed i bar da frequentare.

Qualcuno dei più furbi che ci vede del business, crea dei nuovi campi con dentro anche il bar per aumentare gli introiti!

Seppur bravi, di Lionel Messi e Roger Federer non ne escono molti da queste situazioni!!

Ma anche se fra tutti ci fossero dei campioni, anche loro possono sbagliare. Una battuta o un calcio di rigore sbagliato non possono far altro che far rimanere deluso un tifoso. Si certo, la squadra può perdere un trofeo e la società degli incassi… ma lo stipendio del campione è stabilito a priori e probabilmente già incassato. Ma la cosa più importante è che il tifoso, ovvero l’anima del mercato del calcio o del tennis, non subisce alcun danno o comunque non ci rimette niente !!

Ma le aziende e le associazioni di domotica non sono così clementi. Quando qualche iscritto fa un danno o crea un problema:

  • l’azienda produttrice (squadra o team) non risponde di niente;
  • il campione (progettista o installatore di domotica) spesso la passa liscia;

con il risultato che gli unici a rimetterci ed a subire i maggiori danni sono propri i tifosi, ovvero i Committenti (e gli Architetti) che si fidano di questi fenomeni!!

Caro tifoso, non essendo una scienza esatta, dovresti valutare meglio la domotica, con molta più cura ed attenzione rispetto alle altre cose e solo dopo riporre la tua fiducia in aziende e persone in grado di darti certezze e garanzie. La squadra può anche cambiare lo stadio…ma la casa del tifoso… è per sempre !!

Come ti puoi fidare di un team di progettisti che realizza “tutto per tutti”, ovvero scuole, banche, centri commerciali, alberghi, stabili industriali comprensivi di parte elettrica, termotecnica, infrastrutture e risanamenti per aumentare l’efficienza energetica dell’involucro?? Benvenuti nel bazar della progettazione…

Ma non da meno, ci sono installatori che oltre alla domotica si occupano anche di quadristica, impianti industriali ed automazione per impianti di produzione.

Ma non ti preoccupare… possiamo fare anche di più, perchè nel business della domotica c’è di tutto! Abbiamo programmatori di siti internet, installatori di impianti di allarme scasso, fotovoltaici, condizionamento, rivenditori di elettronica di consumo, ecc… ecc… ecc…

Molti pubblicano sui propri siti internet immagini di prodotti ed ambienti presi in rete attribuendosi il lavoro svolto. Ma qual’è l’azienda che lo ha fatto veramente visto che ce ne sono diverse con questa immagine??

Facciamo un gioco:

  1. Scarica l’immagine dell’installazione domotica cliccando su questo link. Se stai usando un PC mettila in un posto comodo, magari sul desktop. Se invece stai utilizzando un tablet o uno smartphone seleziona il testo evidenziato in rosa http://www.soluzionesmarthome.com/immagini_blog/domotica.jpg
  2. Apri Google immagini. Puoi farlo direttamente cliccando qui.
  3. Clicca sull’icona della macchina fotografica (ricerca tramite immagine)
  4. Incolla il testo rosa copiato oppure clicca su “Carica un’immagine” e poi scegli il file salvato sul tuo desktop. Se hai troppe icone, clicca una volta su una a caso, poi premi la lettera “D” fino a quando non viene selezionata l’immagine che si chiama DOMOTICA

Fatto? Hai visto?

No no, non dire “cacchio… e poi chiudi”. Vai pure avanti nelle pagine di ricerca di Google cliccando sui numeri che trovi in fondo alla pagina… Ci sono 30 pagine di aziende diverse in tutto il mondo che in ogni lingua presentano lo stesso lavoro!

Ma come cazzo è possibile?!?

Questo si chiama prendere per il culo le persone!

Andiamo avanti…

Spesso, capita anche che vengano utilizzate fotografie di persone “sconosciute” seguite, nella migliore delle ipotesi, da (ovvi) commenti positivi, grandi soddisfazioni del lavoro svolto ed elogi all’azienda. I più distratti invece, inseriscono solo l’immagine oppure lasciano il testo di riempimento standard che il web designer lascia in attesa di ricevere le stronzate, cioè, i testi dal proprietario del sito.

Perchè, però, non è mai presente un riferimento per contattare il soggetto in questione? Qualcuno potrebbe voler chiedere conferma di quanto scritto.

E’ facile comprare amici, like, twitt e quanto altro. Ci sono aziende che per poche centinaia di dollari ti danno migliaia di nomi ed indirizzi di ignari navigatori del web!

Ti presento Giovani Bernasconi e Camilla Ferrari che hanno scelta questa “affermata azienda domotica” per soddisfare le loro esigenze. Sarà merito delle 4 qualità evidenziate dall’azienda?

Se ci fosse stato scritto:

  • Servizio scadente
  • Prodotti di merda
  • Lenti ed inaffidabili
  • Subappaltiamo agli altri perchè non sappiamo fare un cacchio

probabilmente i sig.ri Bernasconi e Ferrari avrebbero scelto qualcun altro… non pensi?!?

Ti presento anche Aaron Massey, Andy Smith, Sarah Brown, Fabi Lodi, Mauro G., H.F., Familie I., Marcos, Vincenzo Maraia e tanti altri. Li hai forse già visti o conosciuti??

 

Vogliamo parlare dei LIKE su Facebook?

Non faccio uso e non conosco il funzionamento dei social network però penso che probabilmente il numero di persone che seguono è giusto inferiore di una unità rispetto ai mi piace, perché probabilmente il proprietario dell’account non può seguirsi da solo…corretto?

Come? Non hai capito una parola di quello che ho detto? Sei un professionista e non usi i social network?? Sai che potrebbe valerne la tua reputazione? Al giorno d’oggi se non utilizzi i social network, non sei nessuno!

Una volta ho partecipato ad un convegno che parlava di come utilizzare i Social proprio per sviluppare la propria figura professionale. A quanto pare, i “guardoni” ovvero quelli che non commentano i post (cioè gli articoli) degli altri e non scrivono niente che riguarda loro sono considerati tali. Almeno, questo a detta degli esperti dei Social!

Quindi per concludere: tu che sei un professionista, magari anche affermato nella tua zona, che lavori mediamente 12/14 ore al giorno, coordini decine di persone, recuperi e valuti informazioni e specifiche, trovi le soluzioni ai problemi che gli altri creano, cerchi di soddisfare nel migliore dei modi tutte le richieste dei tuoi Committenti,  gli esperti dei social ti danno del

GUARDONE NULLAFACENTE !!

Ti rendi conto di dove siamo arrivati?? Solo perchè non condividi i cazzi tuoi (o quelli dei tuoi Committenti), non commenti le cagate che gli altri scrivono sui social e svolgi con passione e religiosa professionalità il tuo lavoro… ti danno del guardone nullafacente!! Anzi ci danno dei guardoni nullafacenti… visto che mi ci metto anche io in prima persona dato che faccio le tue stesse azioni quotidiane però nel mio lavoro.

Saranno bravi invece tutti quei progettisti ed installatori (vari ed avariati) che mettono su internet foto finte, comprano like da società cinesi e perdono del tempo a scrivere stronzate sui loro siti cercando di truffare ignari Architetti e tutti i potenziali Committenti.

Frasi idiote del tipo “Hai spento la luce prima di uscire di casa?” oppure “pensa di entrare in casa e che…” non dovrebbero neanche esserci sul sito di un “presunto professionista della domotica”!

Mi verrebbe da rispondere: “No, cazzone che non sei altro, non l’ho spenta, perchè se la casa fosse stata davvero intelligente come mi avevi raccontato, la luce se la doveva spegnere da sola, mesi fa e senza pagare l’ultima fattura dei lavori extra che mi hai mandato senza dire niente!”

Chi sono quindi i veri specialisti della domotica?

Tutto quello che puoi leggere nella pagine dei nostri siti aziendali e sul blog è tutto verificabile, anche le referenze che riportano nomi e contatti reali. La maggior parte delle nostre realizzazioni sono disponibili per poter essere visitate direttamente perchè non ci nascondiamo dietro ad una scrivania.

Alla prossima!

Fabio

FabioFidarsi è bene, non fidarsi è meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *